Travagli Financial – consulente finanziario indipendente

Il settore della consulenza finanziaria è, in Italia, ancora largamente dominato dalle banche e dalle società di assicurazione.
La quasi totalità degli investitori privati, nel nostro Paese, nell’affidare il proprio capitale per l’investimento a promotori finanziari e family banker ritiene, nella maggior parte dei casi, che si tratti di figure indipendenti, che propongono prodotti finanziari adeguati.
In realtà, questi profili sono vincolati da un rapporto con le stesse organizzazioni che elaborano le formule di investimento, corrispondendo una commissione cosiddetta di retrocessione al promotore.
Questi, quindi, si trova in un’evidente situazione di conflitto di interessi, perché non potrà mai proporre al cliente un prodotto di investimento al di fuori di quelli per cui percepirà una fee (commissione).
Questo modello è denominato fee based, ossia quello generalmente adottato dalle istituzioni bancarie e assicurative in Italia, in cui il cliente corrisponde al fornitore del servizio una commissione, una parte della quale è girata al broker che ha proposto il servizio.
Totalmente diversa è la prestazione professionale del consulente finanziario indipendente, che percepisce una parcella corrisposta dal cliente a titolo diretto.
Ciò porta a una serie di vantaggi, fra cui quello principale è dato dal fatto che il consulente finanziario a parcella opera nell’esclusivo interesse del suo cliente, proponendo prodotti di investimento disponibili nel mercato finanziario, indipendentemente dalla società di appartenenza.

Le caratteristiche del consulente finanziario indipendente

Il consulente finanziario ha il compito fondamentale di valutare la conoscenza del cliente riguardo ai prodotti finanziari, analizzarne gli obiettivi di guadagno e il suo profilo di rischio.
Tutto questo in un arco temporale ben definito: queste operazioni presuppongono un’elevata capacità comunicativa e analitica, oltre che un approccio professionale e trasparente.
Solo i migliori consulenti finanziari indipendenti sono in grado di illustrare al cliente i prodotti finanziari più performanti che, è opportuno sottolineare, non necessariamente hanno costi di gestione più elevati.

Principali requisiti di un consulente finanziario indipendente e normativa di riferimento

L’attività del consulente finanziario indipendente è disciplinata dalla Direttiva MIFID II (Markets in Financial Instruments Directive), di derivazione europea e la cui versione aggiornata risale al 2018.
La Direttiva mira a un incremento della concorrenza e, in ultima analisi, dell’efficienza degli operatori in ambito finanziario, nell’ottica della tutela dei clienti finali.
Proprio la figura del consulente finanziario indipendente trae la maggiore ispirazione da questo nuovo orientamento normativo, che prevede la gestione consapevole del portafoglio di investimenti da parte del professionista, nell’esclusivo interesse dei propri clienti, piuttosto che delle istituzioni bancarie o assicurative che propongono sul mercato le diverse soluzioni.
Tra le principali responsabilità del consulente finanziario indipendente rientra il controllo periodico degli strumenti illustrati ai propri clienti e al potenziale relativo di sostenibilità nei confronti di eventuali perdite.
Vale la pena indicare, a questo proposito, una delibera della CONSOB (Commissione Nazionale per la Società e la Borsa) del 17/03/2016, che ha adottato in questa sede nuove terminologie per i professionisti nel settore finanziario.
Tra queste, al posto di promotore finanziario, è prevista la figura del consulente finanziario abilitato all’offerta fuori sede.
Tuttavia, questo profilo non è un sinonimo di indipendenza, perché anche i family banker che collaborano con le istituzioni bancarie operano fuori sede.
Affinché il consulente finanziario sia davvero indipedente, quindi, è necessario che questi sia pagato esclusivamente dal cliente, di cui cura gli interessi di investimento al 100%.
Per affidare il proprio portafoglio a un professionista che tratti il patrimonio del cliente come se fosse il proprio, è quindi indispensabile rivolgersi a un consulente finanziaro indipendente.
A Roma, una società storica che ha maturato un’esperienza nel settore di tutto rispetto è Travagli Financial, che annovera nel proprio organico figure di primo piano, costantemente aggiornate sui prodotti di investimento più performanti ed è orientata nella direzione di un rapporto trasparente con la propria clientela.

Consulenza Travagli Financial: da 30 anni nell’interesse del cliente

Travagli Financial è una società che, da oltre 3 decenni, opera nel settore della consulenza finanziaria indipendente ai privati e alle aziende.
Un consulente finanziario indipendente a Roma, ma che opera in tutto il mondo grazie alle principali strumentazioni tecnologiche e a una fitta rete di collaboratori.
Per un check up gratuito del portafoglio investimenti e iniziare una collaborazione proficua, verso una gestione intelligente e consapevole del proprio denaro, è possibile, contattando i nostri esperti tramite e-mail o telefonicamente.