Viaggio a Roma, peccato sia durato poco

san pietroDa alcuni anni lavoro come pubblicista per una testata locale e mi sono recata a Roma per partecipare all’esame per diventare giornalista professionista: il mio soggiorno nella capitale è stato breve, soltanto tre giorni, limitato alle giornate in cui si svolgevano le prove, ma è stato gradevole e soddisfacente non solo per il buon esito del test e del colloquio – adesso la mia carriera professionale avrà sicuramente una svolta -, ma anche per l’ottima accoglienza ricevuta alla “Atmosfere guest house“.

Ho scelto di soggiornare in questa struttura perchè mi sono subito lasciata conquistare da uno degli appartamenti, quello denominato Crescenzio superiore suite, un ampio locale in cui elementi d’arredo di pregio si combinano armoniosamente con l’atmosfera che si respira nella città eterna. Visitando il sito della guest house ho potuto vedere gli interni, conoscere servizi e condizioni e prenotare on line il mio soggiorno. Per ripassare gli argomenti prima delle prove avevo bisogno di una camera confortevole e tranquilla, in cui trovare la necessaria concentrazione per ricordare le leggi, gli aspetti deontologici e le norme che regolamento la professione di fornire informazioni al pubblico. Nell’appartamento ho trovato questo tipo di ambiente, una stanza ampia, pulita e luminosa che mi ha fatto sentire a mio agio e in cui ho potuto focalizzare e memorizzare tutti gli argomenti dell’esame.

Arrivata a Roma sono stata piacevolmente impressionata dall’accoglienza riservatami: i proprietari si sono dimostrati molto gentili durante il check-in, dandomi informazioni sui luoghi di principale interesse situati a breve distanza dall’appartamento e consigliandomi alcuni ristoranti tipici – era la mia prima volta in questa città -. Uno splendido vaso di fiori in camera mi ha messo dell’umore giusto per preparare alcuni articoli per il giornale per cui lavoro, inviati via mail usando la connessione wi-fi gratuita disponibile nell’appartamento. Prima di uscire per cena ho riletto alcuni argomenti dell’esame su cui avevo dei dubbi, stesa sul comodo letto a due piazze della camera.

La mattina successiva mi sono alzata presto per recarmi nella sede della prova scritta: davanti al test ho cercato di sgomberare la mente da altri pensieri, cominciando a rispondere alle domande che ero certa di sapere per poi passare alle altre. Rientrata nel mio alloggio per una doccia ho notato la qualità e la quantità di biancheria da bagno che avevo a disposizione; il resto della giornata l’ho passato passeggiando tra il Vaticano e la zona storica dell’Urbe.

L’ultimo giorno è stato intenso e speso tra l’attesa frenetica del colloquio, l’incontro con persone nuove che coltivano i miei stessi interessi e gli ultimi momenti tra i monumenti della capitale.

È stato un soggiorno che ricorderò di certo anche per aver pernottato in una struttura unica nel suo stile e dotata di ogni confort, distante pochi passi da alcune delle principali zone di interesse di Roma: l’appartamento in cui dormivo è posto in prossimità dei Musei vaticani e di Castel Sant’Angelo e comodamente raggiungibile dal centro cittadino con le sue piazze più famose. Proprio questa vicinanza ai luoghi principali dell’Urbe è stata uno dei motivi che mi fatto prenotare in questa struttura. Degne di nota sono state anche la cortesia e la professionalità dei proprietari, sempre a disposizione per qualsiasi mia richiesta, come quella per conoscere gli orari dei mezzi pubblici per il centro. Infine non posso non citare l’ordine e la pulizia che ho trovato nell’appartamento, cosa che mi ha permesso di apprezzare ancora di più l’atmosfera della suite.